Endodonzia

La cura canalare per salvare i denti

Cos’è l’Endodonzia?

L’endodonzia ha per oggetto i tessuti interni del dente, ovvero quella parte viva e che al dente dà sensibilità. In odontoiatria la cura endodontica, o cura canalare, si rende necessaria quando la polpa dentale è infiammata o infetta a causa di carie profonde, traumi o interventi invasivi.

Le fasi del trattamento endodontico

Il trattamento endodontico, o cura canalare, è costituito essenzialmente da due fasi:

La pulizia completa del contenuto dei canali delle radici previo allargamento del canale.

Il riempimento tridimensionale del canale mediante un materiale plastico riscaldato (devitalizzazione).

Questo trattamento è necessario per una carie che ha raggiunto la polpa viva, oppure per la presenza di una polpa morta (necrosi), per trauma o per una vecchia otturazione molto profonda, oppure per una carie penetrante presente da molto tempo. Un terzo motivo può essere un dente già devitalizzato, ma non completamente, per cui è necessaria una nuova cura canalare (o ritrattamento endodontico).

 

La cura canalare in presenza di cisti e granulomi

Oltre ai casi citati la cura canalare può essere necessaria in presenza di granuloma, cioè tessuto infiammatorio attorno all’apice della radice, o di una cisti, cioè una raccolta di siero, pus o tessuto infetto. In entrambe le situazioni la cura canalare si rivela generalmente risolutiva. Molto raramente, quando la guarigione non avviene, si deve ricorrere all’asportazione della punta della radice per via chirurgica. Esistono, infine, casi in cui può essere necessario devitalizzare un dente per necessità ricostruttive di protesi o per un’eccessiva sensibilità dentale agli stimoli termici.

Come proteggere un dente devitalizzato 

Purtroppo un dente devitalizzato è più fragile di un dente sano, per questo può frequentemente essere soggetto a frattura. Per evitare inconvenienti, una volta terminata la terapia canalare, è sempre bene procedere con una idonea strategia ricostruttiva. Questa si può realizzare in modi diversi:

Restauro in resina

Nel caso in cui il dente sia pressoché integro è possibile restaurarlo con una semplice otturazione, ovvero una ricostruzione parziale della parte intaccata tramite l’utilizzo di resina composita. In questo caso si tratta di una ricopertura che non garantisce, nel tempo, che il dente non si fratturi

Intarsio dentale

L’intarsio del dente è un vero e proprio restauro conservativo, utile anche a fini estetici. Nel caso in cui il dente devitalizzato ha conservato un adeguato spessore delle pareti, la ricostruzione tramite intarsio a protezione cuspidale ricopre l’intera superficie masticante, garantendo col tempo una certa sicurezza nel mantenimento dell’elemento dentario

Corona protesica

La corona dentale è una protesi fissa che avvolge totalmente il dente precedentemente monconizzato. In questo caso, l’elemento protesico viene a costituire un tutt’uno col dente devitalizzato, ciò permette di ridistribuire in maniera uniforme i carichi occlusali, garantendo stabilità e solidità senza il rischio di incorrere in fratture

GDPR

Vuoi prenotare una visita di valutazione? Scrivi o chiama, siamo a tua disposizione.

Studio Dentistico Associato GoanoPoli
Via Giordano Bruno N° 116
10134 Torino

Tel. 011.319.44.44
Cell. 327 3445201

info@studiogoanopoli.it

Orari di apertura
Lun – Mar – Gio – Ven: 9:00 -12:30 / 14:30-19:30
Mer: 9:00-17:30